Warning: A non-numeric value encountered in /home/podolog4/public_html/wp-content/themes/Divi-7/functions.php on line 5763

Piede Cavo

Cause

Sintomatologia


Il piede cavo è una problematica del piede caratterizzata dal fatto che la parte anteriore del piede forma con quella posteriore una volta più alta del normale.

A causa di ciò la superficie di appoggio plantare risulta limitata all’avampiede ed al calcagno, mentre si riduce fino ad annullarsi il contatto della porzione plantare intermedia col suolo.

Il piede cavo è una deformità piuttosto rara che comporta, a lungo andare, una serie di disturbi con dolori in fase di appoggio principalmente causati dalla discheratosi e dall’infiammazione delle borse sierose che si formano nelle zone su cui si determina il maggiore carico del piede, cioè le teste metatarsali.

Tenendo conto delle alterazioni sul piano sagittale distinguiamo:

  • piede cavo anteriore: l’avampiede risulta marcatamente equino rispetto al retropiede, che è invece normale. La cute plantare presenta aree di ipercheratosi soprattutto in corrispondenza della testa del primo e del quinto osso metatarsale;
  • piede cavo posteriore: caratterizza alcune forme neurologiche, nelle quali si nota abbassamento della tuberosità posteriore del calcagno;
  • piede cavo misto: compresenza di deformità sui versanti anteriore e posteriore del piede;

Invece, in funzione del piano trasversale, è opportuno valutare:

  • la direzione del tallone: il retropiede può essere atteggiato in varismo o valgismo;
  • la porzione media del tarso: si valuta l’apice dell’arcata e l’appoggio plantare;
  • le dita: la griffe può interessare tutte le dita o solo l’alluce.